OCCUPAZIONI

Il mondo dello spirito non è solo una terra di uguali opportunità per ogni anima, ma le opportunità stesse sono di una scala così immensa che nessuna persona incarnata può farsi un'idea della sua magnitudine. Vi chiederete: opportunità per cosa? Opportunità per attività interessanti, utili e buone.

 

Mi auguro di aver sufficientemente chiarito finora come il mondo dello spirito non sia una terra di ozio, né una terra in cui gli abitanti trascorrono le loro vite in una atmosfera super-estatica di esercizi religiosi, offrendo preghiere e lodi al Grande Trono con un flusso incessante di anime. Certamente c'è un flusso incessante, ma di un genere completamente diverso: sono i pensieri che nascono spontaneamente dai cuori di tutti noi, che siamo felici e pieni di gratitudine per essere qui.

 

Cercherò ora di darvi solo una pallida idea dell'immenso numero di lavori in cui ci si può impegnare in questi reami.

 

Il vostro pensiero andrà subito alle molteplici e variabili occupazioni del mondo terreno che coprono ogni area di attività; ma dietro ad ogni professione c'è la necessità di guadagnarsi da vivere, di provvedere cibo ed acqua al corpo fisico, di avere vestiti ed un'abitazione di qualche genere. Sapete già che questi bisogni qui non esistono: non ci servono mai cibo ed acqua, i vestiti e le abitazioni sono quelli che ci siamo guadagnati con la nostra vita terrena: la qualità delle nostre vite terrene determina quella dei nostri vestiti e delle nostre abitazioni una volta giunti qui. Non abbiamo quindi nessuna necessità FISICA di lavorare, ma ne abbiamo una MENTALE, ed è per questo motivo che tutti i lavori qui sono estremamente piacevoli.

 

Immaginate un mondo dove nessuno lavora per vivere, ma solo per il piacere di fare qualcosa di utile agli altri. Provate a immaginarlo, e comincerete a capire qualcosa della vita nel mondo dello spirito.

 

Molte professioni terrene qui non hanno alcuna applicazione: per quanto siano utili e necessarie appartengono soltanto a quel periodo. Cosa diventano quindi quelle persone che avevano tali occupazioni? Appena raggiunta la piena consapevolezza del loro stato, capiranno immediatamente che le loro vocazioni terrene sono lasciate per sempre alle spalle e che il mondo dello spirito non offre occupazioni similari. Ma questo non causa infelicità o rimpianto perchè il bisogno per la sopravvivenza fisica non esiste più, e queste persone si sentono felicemente libere di impegnarsi in qualche nuovo lavoro. Non si chiedono mai per cosa sono portati, scopriranno molto presto cosa attrae la loro attenzione e il loro interesse: si uniranno subito ai loro compagni per imparare qualcosa di nuovo divertendosi molto.

 

Mi sono finora riferito al lavoro in generale, sarò ora più specifico e considererò alcuni aspetti del mondo spirituale. Consideriamo dapprima il lato puramente "fisico"” della vita spirituale: per questo scopo visitiamo la città ancora una volta.

 

Lungo la strada attraversiamo molti giardini magnifici, i quali devono essere disegnati e creati: incontriamo quindi il primo possibile impiego. Molta gente sulla terra è amante dei fiori e dei giardini, e alcuni hanno scelto questa professione divertendosi e considerandola una vocazione: cosa c'è di meglio che continuare qui il loro lavoro, senza preoccuparsi delle energie fisiche, liberi, indisturbati e con le inesauribili risorse del mondo dello spirito a loro disposizione? E' il lavoro per loro, possono smetterlo e riprenderlo quando vogliono, senza nessuno che imponga la propria volontà. E qual'è il risultato? Felicità per se stessi, poiché creando un bel lavoro di arte botanica hanno aggiunto ulteriore bellezza a un reame già bello, e facendo ciò, hanno portato felicità ad altri. Così il loro compito procede cambiando, riarrangiando, pianificando, abbellendo, ricreando e acquisendo sempre maggiore abilità. Continuano così fino a quando non desiderano cambiare occupazione, o fino a quando la loro progressione spirituale non li porta in nuovi campi di conoscenza in altri reami.

 

Ora entriamo nel Centro della Musica e vediamo che lavoro si può svolgere qui. Ovviamente qualcuno deve progettare il Centro stesso e qualcun altro deve costruirlo. Vi ho già raccontato della costruzione dell'ala annessa alla libreria; anche nelle maggiori opere di costruzione il metodo seguito è lo stesso, ma deve essere imparato, e il lavoro degli architetti e dei costruttori, con i vari esperti, è fra quelli più importanti nel mondo dello spirito. Così come ogni professione è aperta a tutti coloro che hanno il desiderio di intraprenderla, anche quella di architetto o costruttore è libera per tutti coloro che desiderano continuare la loro occupazione terrena o vogliono dedicarsi a qualcosa di nuovo. Tutto ciò che è richiesto è il desiderio di farlo, sebbene l'attitudine naturale sia di grande aiuto. E' comunque sorprendente come si impari rapidamente e con grande efficienza sotto lo stimolo del desiderio: il "desiderio di fare"” viene tradotto in "abilità di fare"” in un tempo molto breve. Profondo interesse e amore per quel lavoro è tutto ciò che è necessario.

 

Nel Centro della Musica troviamo librerie di spartiti musicali, dove gli studenti sono impegnati nei loro studi e i discepoli con i loro insegnanti. La maggior parte delle persone che incontriamo qui stanno imparando a suonare uno o più strumenti, che qualcuno deve costruire: gli artigiani impegnati nella costruzione di strumenti musicali sulla terra qui si trovano a casa se vogliono proseguire il loro lavoro nel mondo dello spirito.

 

Si potrebbe obiettare che una vita terrena spesa interamente in uno specifico lavoro è sufficiente per la maggior parte delle persone, che quando arrivano nel mondo dello spirito l'ultima cosa che desiderano è quella di riprendere la vecchia occupazione con la sua interminabile routine e noia. Ma tenete presente tutto ciò che vi ho detto sulla libertà di questi reami e che nessuno è obbligato - né dalle circostanze, né dal puro bisogno di sopravvivenza - a svolgere alcun lavoro. Ricordate che ogni occupazione è intrapresa liberamente, per l'amore di svolgerla, per l'orgoglio di creare qualcosa, per il desiderio di essere d'aiuto ai compagni e al reame in generale, e vedrete che il costruttore di strumenti musicali - per citare una delle migliaia di occupazioni possibili - è felice esattamente come tutti noi in questi reami. Costruendo i suoi strumenti musicali porta felicità a se stesso e a molta altra gente, che con piacere porteranno gioia a molti altri attraverso le creazioni della sua mente.

 

Per inciso, non è obbligatorio che una persona acquisisca uno strumento musicale solo attraverso il Centro della Musica: ogni persona abile nella costruzione di questi strumenti sarà desiderosa di fornire ad altri ciò che desiderano; in molte case troviamo - e non solo come ornamento! - bellissimi pianoforti creati da mani intelligenti che hanno imparato i metodi spirituali della creazione. Questi oggetti non possono essere comprati, sono ricompense spirituali: sarebbe inutile tentare di possedere ciò a cui non si ha diritto, semplicemente non possiamo averlo. Nessuno può crearlo per noi, di qualunque cosa si tratti: se qualcuno ci provasse scoprirebbe di non essere in grado di usare le sue abilità per quello scopo. Se mi chiedete chi o cosa governa queste cose, posso solo dirvi che non lo so, so solo che questa è la legge dello spirito.

 

Prima di uscire dal Centro della Musica, diamo un'occhiata alla libreria: ci sono migliaia di spartiti musicali, con le varie parti per ogni musicista. La maggior parte delle grandi orchestre prende qui la propria musica, ognuno può prendere tutto ciò che desidera, ma qualcuno deve farne una copia: ecco un'altra importante e produttiva occupazione. I bibliotecari si prendono cura di tutta questa musica e vengono incontro ai desideri delle persone compiendo un utile lavoro: gli spartiti possono essere moltiplicati e adattati ad ogni singola esigenza, da quelle della persona che semplicemente ama la musica a quelle di coloro che sono musicisti e leaders nell'arte musicale.

 

Nel Centro dei Tessuti troviamo la stessa gioia in tutti coloro che vi lavorano. In ogni momento chiunque è libero di unirsi agli studenti che imparano a creare i più squisiti tessuti. Tuttavia il mio interesse è altrove e le mie visite al Centro dei Tessuti hanno solo uno scopo ricreativo. Ruth invece passa regolarmente del tempo a studiare qui ed è diventata un'esperta a tessere tappezzerie: è parte della sua occupazione e anche parte della sua ricreazione nella vita spirituale. Lei ha creato molte belle tappezzerie ed Edwin ed io ne abbiamo due di prima scelta sulle pareti delle nostre case.

 

Possiamo avere tutti i materiali che desideriamo dal Centro dei Tessuti o, come nel caso della musica, possiamo chiedere a qualche artigiano di crearci quello che desideriamo. Non riceveremo mai un rifiuto, né dovremo aspettare un tempo interminabile per avere quello che abbiamo chiesto: ci sono moltissimi artigiani che vengono incontro alle esigenze di noi tutti.

 

Nello stesso Centro ci sono studenti che imparano l'arte del design, istruiti da maestri in tale arte. C'è una sperimentazione continua per produrre nuovi tipi di stoffe e nuovi disegni. Questi materiali non hanno niente a che fare con i nostri vestiti spirituali: questi sono una faccenda personale. I prodotti del Centro dei Tessuti sono utilizzati per scopi generali, per esempio per abbellire le nostre case o i grandi edifici pubblici. Nel caso degli spettacoli storici di cui vi ho parlato, gli organizzatori ricevono un grande contributo dal Centro dei Tessuti, che fornisce tutti i costumi autentici dell'epoca in oggetto.

 

Vi ho dato solo due o tre esempi di ciò che è possibile fare qui, ma ci sono migliaia di occupazioni che coprono un grande campo di attività al pari del piano terreno. Pensate ai dottori che arrivano nel mondo dello spirito e che continuano qui il loro lavoro: noi non abbiamo bisogno di dottori, ma loro qui possono lavorare con i loro colleghi ricercando le cause delle malattie presenti nel piano terreno e aiutare ad alleviarle. Molti spiriti-dottori hanno guidato la mano di chirurghi che intraprendono operazioni difficili. Il dottore terreno è probabilmente perfettamente inconsapevole di questo e riterrebbe ridicola l'idea che stia ricevendo assistenza da una sorgente invisibile. Il dottore spirituale è felice di servire all'insaputa di colui che serve: è l'esito dell'intervento che gli interessa, non a chi sia attribuito il merito. Il dottore terreno in questi casi fa alcune scoperte personali illuminanti quando arriva nel mondo degli spiriti.

 

Anche gli scienziati continuano le loro ricerche quando arrivano qui. In qualunque ramo della scienza siano interessati, troveranno molto di cui occuparsi per il tempo a venire; lo stesso vale per gli ingegneri e per tutti gli altri. Sarebbe impossibile e noioso descrivere la lunga lista di occupazioni terrene di cui abbiamo la controparte nel mondo spirituale, ma dovreste ormai avere un'idea di ciò che questo mondo può offrire. Tutto ciò che abbiamo nei nostri edifici, nelle nostre case e nei nostri giardini deve essere pensato e creato, e c'è bisogno di qualcuno che svolga questo compito. Il bisogno è costante e la sua soddisfazione è costante, e sempre sarà così.

 

Esiste un altro dipartimento di vitale importanza, peculiare al mondo dello spirito. La percentuale di persone che arriva nel mondo dello spirito senza avere la minima conoscenza della loro nuova vita è deplorevolmente alta: tutte queste numerosissime anime devono essere aiutate nelle loro difficoltà e perplessità. Questa è la principale attività in cui Edwin, Ruth ed io siamo impegnati. E' un tipo di lavoro che ricorda quello dei Ministri della Chiesa - o come si vogliano denominare: la loro esperienza sul piano terreno li rende particolarmente adatti, e tutti loro - dovrei meglio dire tutti NOI! - sanno che ora sono membri di un unico ministero, con un unico scopo, servendo una sola causa; tutti possediamo la stessa conoscenza della verità del mondo dello spirito, senza credi, senza dottrine e dogmi, un corpo unito di lavoratori, uomini e donne.

 

Nel grande Centro di Riposo ci sono infermiere esperte e dottori pronti a curare coloro la cui ultima malattia terrena è stata lunga e dolorosa, o coloro che sono passati nel mondo dello spirito in modo improvviso o violento. Ci sono molti di questi centri - soprattutto per i secondi - ed è una vergogna per la terra che siano obbligati ad esistere. Il passaggio può essere improvviso o violento - al momento questo è inevitabile - ma è una vergogna per il mondo terreno che così tante anime arrivino qui ignorando totalmente cosa le aspetta. Queste case di riposo si sono moltiplicate in maniera considerevole da quando sono qui, conseguentemente è aumentata la necessità di dottori e infermiere, che sono sempre forniti in numero adeguato.

 

Poichè questa occupazione è esclusiva del mondo spirituale, abbiamo scuole speciali dove coloro che desiderano intraprendere questo lavoro particolare vengono pienamente addestrati. Qui imparano tutto ciò che riguarda la parte scientifica del corpo e della mente spirituali; viene loro fornita la conoscenza generale della vita spirituale poiché avranno a che fare con persone che, per la maggior parte, non hanno alcuna conoscenza del loro nuovo stato e che vogliono sapere se è possibile la comunicazione fra i due mondi nell'istante stesso in cui realizzano ciò che è accaduto: è sorprendente quanti di loro vogliono immediatamente tornare al piano terreno per cercare di comunicare a coloro che hanno lasciato la grande scoperta di essere vivi e in un altro mondo!!

 

In un certo numero di casi le persone necessitano di un lungo riposo dopo la loro dissoluzione; possono essere coscienti e svegli per l'intero periodo e coloro che si prendono cura di loro devono fornire una gran quantità di informazioni. L'attenzione di queste anime di solito è ugualmente rivolta al mondo terreno e al mondo dello spirito: infermieri e dottori devono possedere una grande conoscenza del mondo spirituale e abbondare in tatto e discrezione.

 

Parlandovi di queste occupazioni particolari non intendo fare alcun torto alle altre, poiché queste di cui abbiamo discusso non sono in alcun modo quelle preminenti. Ne ho scelte due o tre da presentarvi perchè hanno l'apparenza di essere molto "materiali" e per puntualizzare ciò che ho tentato ripetutamente di dimostrarvi: viviamo in un mondo spirituale PRATICO dove siamo indaffarati nei nostri utili compiti individuali, non passiamo le nostre vite in un alto stato di religiosità, né siamo perpetuamente assorbiti in pie meditazioni.

 

Ma cosa ne è di una persona che non ha mai fatto niente di utile nella sua vita terrena? Tutto quello che posso dirvi è che questa persona non si troverà in questi reami finchè non avrà lavorato su se stessa per guadagnarsi l'entrata.

 

Fornirvi una lista completa di tutte le possibili occupazioni richiederebbe un enorme volume, poiché sono inesauribili; per la verità la mia mente diventa attonita al pensiero del loro numero infinito e della mia impossibilità di rendere giustizia a questo vasto argomento. Solo nel campo della Scienza lavorano felicemente migliaia e migliaia di persone, sia investigando sui segreti del piano terreno che su quelli del mondo spirituale.

 

La scienza e l'ingegneria sono stretti alleati nel mondo dello spirito, nuove inportanti scoperte vengono fatte di continuo e le numerose invenzioni continuamente perfezionate. Queste invenzioni non sono per noi, ma per voi - quando i tempi saranno maturi perchè voi possiate riceverle. Il mondo terreno ha fatto un pessimo uso di ciò che è stato mandato dal mondo spirituale, utilizzando in modo spregevole ciò che era stato donato per il beneficio di tutti. L'uomo ha esercitato il suo libero arbitrio, ma lo ha rivolto in una direzione che alla fine porta alla distruzione. La mente umana è ancora infantile, e l'infante diventa pericoloso quando può usare liberamente mezzi di distruzione. Quindi tratteniamo qui molte invenzioni e scoperte finchè l'umanità non avrà raggiunto uno stato di sviluppo superiore. Quel giorno arriverà certamente, e un fiume di nuove invenzioni provenienti dal mondo dello spirito inonderà il vostro mondo.

 

Nel frattempo il lavoro continua, con ricerche, invenzioni e scoperte, e questo lavoro assorbe una grande quantità di anime interessate, fornendo loro un impiego molto utile nella loro vita spirituale. Niente disturba la routine ordinata del nostro lavoro: mentre il lavoro va avanti possiamo comunque sospenderlo per un certo tempo per riposarci o per dedicarci a qualcos'altro. Non abbiamo litigi, dispute o rivalità che producono insoddisfazione e spiacevolezza, non abbiamo persone scontente. Possiamo avere il desiderio di fare qualcosa di più importante, ma questo non è scontentezza, è il passo da cui prende l'avvio la nostra progressione spirituale. Il più umile di noi comprende che qualunque sia il suo lavoro, per quanto possa apparire insignificante in confronto a compiti apparentemente più importanti, sta impegnandosi in qualcosa di significativo e vitale che porterà inevitabili ricompense che nessuno potrà portargli via. Nel mondo dello spirito lavorare è essere profondamente felici - per le molte ragioni di cui vi ho parlato.

 

Non c'è nessuno qui che non condivida le mie parole con tutto il cuore e senza riserve!