RICREAZIONI

Ho già usato una o due volte la parola "ricreazioni", ma non vi ho ancora dato alcun dettaglio su questo argomento relativamente importante.

 

La semplice idea che noi possiamo avere ricreazioni nel mondo spirituale sarà sicuramente scioccante per alcuni, la cui mente andrà ai molti sports e passatempi utili e divertenti sulla terra: sembrerà loro inconcepibile trasferire in un mondo di puro spirito situazioni fondamentalmente terrene. Inconcepibile, perchè la sola idea sembra assurda, o perchè il mondo dello spirito è considerato uno stato "più alto", cioè uno stato nel quale, lasciandosi alle spalle ogni consuetudine terrena, si vive in una condizione di estasi perpetua nella quale sono importanti solo quelle situazioni vaghe e sfumate che le nostre rispettive religioni ci dicono essere la ricompensa divina.

 

Questa posizione suggerisce che noi ci troviamo immediatamente alla presenza divina per il solo fatto di essere arrivati qui, o per lo meno, che noi siamo nel reame dove dimora Dio, e pertanto qualunque cosa che ricordi anche remotamente abitudini o modi di essere terreni debba essere rigidamente esclusa in quanto non sufficientemente "santa" per essere ammessa. Queste idee, naturalmente, non hanno alcun senso poichè Dio non è più vicino a noi nel mondo spirituale di quanto non lo sia a voi sulla terra: siamo NOI che siamo più vicini a Lui perchè, fra le molte altre cose, possiamo vedere più chiaramente l'Espressione Divina in questo mondo e l'espressione della Sua Mente; questo è comunque un argomento più profondo e non è mia intenzione trattarlo ora.

 

Molti di noi vedono la ricreazione come un'altra forma di lavoro. Nel mondo dello spirito non proviamo alcuna fatica mentale o fisica, ma perseguire senza sosta una singola occupazione senza alcuna pausa produrrebbe presto sentimenti di insoddisfazione mentale o irrequietezza. Il nostro potere di concentrazione su un compito stabilito è immenso, ma allo stesso tempo decidiamo degli intervalli di lavoro ben definiti oltre ai quali non andiamo, sostituendo il nostro compito con un'altra forma di lavoro: possiamo smettere di lavorare insieme ad altri e passare insieme il nostro tempo nelle nostre abitazioni o altrove, possiamo studiare o possiamo svagarci con le divertenti forme di ricreazione che abbondano in questi reami.

 

Quando smettiamo di lavorare siamo nella stessa vostra situazione sulla terra: cosa fate per divertirvi? Potreste ritenere che sia necessario un po' di riposo fisico, così sarete propensi a una forma di ricreazione intellettuale. Lo stesso è qui: la ricreazione intellettuale, che può avere diverse forme, è ampiamente garantita dai Centri della conoscenza, poichè imparare è già una ricreazione in sè.

 

Ruth ed io abbiamo trascorso molte ore felici nella libreria e nei Centri delle Arti, ma, in molte occasioni in cui sentivamo il bisogno di qualcosa di meno impegnativo, siamo andati al mare e abbiamo visitato un'isola navigando su uno dei raffinati vascelli qui presenti: al mare pratichiamo uno degli sport più divertenti per noi.

 

Vi ho già detto che le imbarcazioni nel mondo dello spirito sono guidate puramente con la forza del pensiero, e vi ho spiegato anche che ci vuole un po' di tempo per imparare l'arte di applicare questo movimento. Questa capacità è sempre raggiunta alla fine, ma possiamo valutare i nostri progressi e ricevere notevole aiuto ai nostri sforzi partecipando alle gare sull'acqua.

 

C'è una grossa differenza fra le gare nautiche terrene e quelle del mondo dello spirito: qui ogni rivalità è puramente amichevole, non c'è nessun premio oltre all'acquisizione di una maggiore esperienza e di una maggiore abilità e non ci sono in palio denari per i quali combattere e vincere. Alla fine di ogni gara avremo sicuramente ricevuto un grande aiuto per diventare più esperti a controllare e aumentare la velocità del nostro vascello.

 

Un'altra forma di ricreazione molto popolare qui sono i diversi generi di rappresentazioni teatrali: abbiamo bellissimi teatri situati in ambienti altrettanto belli, edifici meritevoli devoluti a uno scopo meritevole. Gli architetti che progettano questi edifici lo fanno con la stessa cura meticolosa evidente in tutte le loro opere e il risultato, come al solito, rivela l'alto grado di cooperazione attiva esistente fra i mastri dei carpentieri. Le decorazioni interne sono il prodotto di abili artisti del Centro delle Costruzioni, i giardini esterni mostrano l'attenzione meticolosa con la quale sono curati: il risultato finale è inimmaginabile per qualsiasi teatro terreno.

 

Prima di continuare a parlare di questo argomento, vorrei osservare che sono del tutto consapevole che sulla terra alcune persone disapprovano totalmente i teatri e ogni cosa ad essi connessa. Nella maggior parte dei casi questa avversione è il risultato dell'educazione religiosa e non posso alterare la verità per essere d'accordo con alcuni principi religiosi sostenuti da persone ancora incarnate: mi riferisco a questioni di cui ho avuto testimonianza insieme a migliaia di altre persone e al fatto che la gente della terra disapprova fortemente ciò che ho descritto del mondo dello spirito; questo non prova però che queste cose non esistano e che le mie descrizioni siano false. La mia posizione di osservazione è incomparabilmente superiore alla vostra poichè ho lasciato il piano terreno diventando un abitante del mondo dello spirito. Se la descrizione del mondo che abito ora dovesse essere alterata per venire incontro ad ogni gusto individuale e ad ogni preconcetto di ciò che dovrebbe essere il mondo spirituale, preferirei smettere di darne qualunque ulteriore descrizione poichè, dopo averla alterata, non avrebbe più alcun senso. Qualunque falsa impressione abbia dato dicendo questo, lasciatemi aggiungere che chiunque disapprovi una o più forme di ricreazione qui presenti non è assolutamente tenuto a parteciparvi; insieme ad altri di simili vedute si ritroverebbe in una piccola comunità appartata: rimarrebbe lì, in salvo dalle supposte "cose terrene", per vivere in un posto in accordo alla sua visione di "paradiso". Ho incontrato queste persone e, di regola, non passa molto tempo prima che abbandonino il "loro" paradiso per entrare nel più grande, magnifico Paradiso elaborato dalla Grande Mente.

 

Ogni teatro di questo reame si caratterizza per il tipo di spettacolo che rappresenta, ma gli spettacoli sono ampiamente differenti da quelli terreni. Non abbiamo nulla di volgare, nè gli autori intendono mai intristire gli spettatori. Ci sono molti spettacoli che trattano di problemi sociali del piano terreno, ma, a differenza dei vostri, i nostri spettacoli forniranno una soluzione a quel particolare problema - una soluzione che la terra è troppo cieca per adottare.

 

Possiamo vedere commedie dove, vi posso assicurare, le risate sono molto maggiori e più sentite di quanto si possa mai sperare in un teatro terreno: nel mondo dello spirito possiamo permetterci di ridere a ciò che, da incarnati, trattavamo con mortale pedanteria e serietà!

 

Abbiamo assistito a grandi spettacoli storici che raccontavano i momenti più importanti di una nazione, assistendo all'evento come si svolse nella realtà e non come è spesso descritto in modo fantasioso nei libri di storia! Ma sicuramente l'esperienza più impressionante e, allo stesso tempo, più interessante è quella di assistere ad uno di questi spettacoli dove i PARTECIPANTI ORIGINARI raccontano gli eventi dei quali furono protagonisti, dapprima nel modo in cui si crede siano accaduti, e poi nel modo in cui si svolsero realmente. Queste rappresentazioni sono le più affollate di spettatori e non esistono spettatori più attenti e rapiti degli attori che, durante la loro vita terrena, interpretarono nei teatri le parti dei famosi protagonisti che ora vedono "in carne e ossa".

 

In questi spettacoli gli eventi più scurrili, degradanti e depravati sono omessi interamente poichè sarebbero disgustosi per l'audience e, a dire il vero, per chiunque in questo reame; nè vengono rappresentate le scene che non siano altro che mera battaglia, violenza e spargimento di sangue.

 

In un primo momento si prova una strana sensazione osservando di persona i personaggi famosi del mondo terreno, ma dopo un po' ci si abitua perfettamente e la loro conoscenza diventa parte della nostra normale esistenza.

 

La differenza più degna di nota fra i nostri due mondi in materia di ricreazione è quella creata dalle nostre rispettive necessità. Qui non abbiamo bisogno di svolgere esercizio fisico, vigoroso o meno, nè abbiamo bisogno di prendere "una boccata d'aria". I nostri corpi spirituali sono sempre in condizioni perfette, non soffriamo di malattie di alcun genere e l'aria, che non può essere altro che "fresca", penetra in ogni angolo delle nostre abitazioni e dei nostri edifici, trattenendo la sua piena purezza: è impossibile che venga contaminata o sporcata in qualsiasi modo. Ci si aspetta quindi che la nostra ricreazione riguardi più il piano mentale che quello fisico. La maggior parte dei giochi all'aperto terreni che abbiano una natura competitiva implicano l'uso di una palla: qui la legge di gravità opera in condizioni molto differenti dalle vostre e qualunque tentativo di colpire una palla e farla spostare in questo modo porterebbe a risultati molto scadenti.

 

Nel piano terreno l'abilità nei giochi sportivi viene acquisita dal controllo della mente sui muscoli del corpo fisico, portato ad una condizione di piena salute. Ma qui noi siamo sempre in perfetta salute e i nostri muscoli sono sempre sotto il controllo pieno e assoluto della nostra mente. L'efficienza è ottenuta rapidamente, sia che riguardi il suonare uno strumento musicale, il dipingere un quadro o qualunque altra situazione che richieda l'utilizzo degli arti: è chiaro quindi che la maggior parte delle competizioni sportive qui perdono di significato.

 

E bisogna ricordare che "all'aperto" o "al chiuso" per noi sono la stessa cosa: non abbiamo mutazioni climatiche o stagioni diverse, il grande sole centrale splende in eterno donandoci sempre un delizioso tepore; non sentiamo mai la necessità di una passeggiata per far meglio circolare il sangue; le nostre case non sono necessarie, ma sono solo un'aggiunta a vite già piene e complete. Qui molte persone non posseggono una casa, non la desiderano poichè, vi diranno, il sole splende sempre e la temperatura è sempre piacevole; non sono mai ammalate, affamate, nè hanno bisogni di qualunque genere, e l'intero reame è a loro disposizione.

 

Deve anche essere ricordato che il punto di vista cambia molto quando si viene a vivere qui: ciò che riteniamo molto importante da incarnati cessa di esserlo all'arrivo nel mondo spirituale, e molte delle nostre amate competizioni sportive sembrano monotone e banali dopo che la nostra energia si è enormemente accresciuta nel mondo dello spirito. Il fatto che noi possiamo muoverci istantaneamente attraverso lo spazio è sufficiente a far diventare insignificante la più grande gara di atletica della terra, così come la maggior parte degli sports. Le nostre ricreazioni riguardano più la mente, non ci sembra mai di impiegare molta energia fisica in qualche sforzo estremo, poichè la nostra energia è a un livello costante in accordo con la nostra richiesta individuale. Qui ci rendiamo conto che abbiamo molto da imparare, e l'imparare è in se stesso un tale piacere che non abbiamo bisogno della varietà di ricreazioni di cui avete bisogno voi. Abbiamo tanta musica da ascoltare, tante meraviglie che vogliamo conoscere in queste terre, c'è tanto lavoro congeniale per ognuno che proprio non è il caso di rammaricarsi per la carenza di sports e passatempi tipici del piano terreno; c'è una tale abbondanza di cose da vedere e da fare che la maggior parte delle ricreazioni terrene appaiono assolute banalità.