Bastian Harry

Bastian Harry. Medium americano a materializzazione, attivo negli ultimi anni del secolo scorso. Nel febbraio del 1884 fu chiamato a Vienna dal barone Hellenbach per fare delle sedute alla presenza dell’arciduca Giovanni e del principe ereditario Rodolfo: secondo il barone egli aveva già perso in parte i suoi poteri fin dal 1882. Dopo il fallimento della prima seduta, durante la seconda fece squillare all'interno del circolo un campanello che ne era stato appena spinto fuori da uno degli a stanti, e, dopo essere stato legato sulla sedia da un ufficiale di marina, si liberò in poco tempo rimanendo però con le mani imprigionate in tal modo che le corde dovettero essere tagliate. Nella terza seduta, mentre il medium rimaneva al buio in una stanza, i presenti si recarono in un'altra adiacente e illuminata dove apparvero alcuni fantasmi. Improvvisamente, però, l'arciduca fece chiudere le stanze per mezzo di un sistema di funi, imprigionando l'ultimo fantasma che si rivelò essere il Bastian stesso, senza scarpe. Tuttavia il vestito che indossava il fantasma scomparve e non fu più ritrovato. L'arciduca scrisse un opuscolo. Un'occhiata sullo spiritismo, in cui denunciava la frode, ma il barone Hellenbach prese le difese del medium sostenendo che l'episodio avrebbe dovuto essere studiato più a fondo. In realtà la scomparsa degli abiti fantomatici potrebbe far presupporre il completo passaggio del corpo del medium nel fantasma. (R.)

 

Fonte: L'Uomo e l'ignoto: enciclopedia di parapsicologia e dell'insolito diretta da Ugo Dettore - ARMENIA EDITORE (pagina 151)