Brigida di Svezia, Santa (Birgitta Persson, 1303-1373)

Brigida di Svezia, Santa (Birgitta Persson, 1303-1373). Famosa santa e profetessa svedese. Nacque a Finstad, nell’Upland, da genitori religiosissimi; il padre era governatore del luogo, la madre di stirpe reale. Fin da bambina ebbe singolarissime visioni. Sposatasi giovanissima, nel 1316, ebbe otto figli, tra i quali santa Caterina di Svezia. Per le sue opere di beneficenza, per la sua cultura, per il suo contributo agli studi avendo riunito intorno a sé gli uomini più dotti del tempo, divenne famosa in Svezia e accolta a Corte. Tra il 1341 e il '43, si recò col marito in pellegrinaggio a San Giacomo di Compostella; rimasta vedova nel 1344, si dedicò a pratiche ascetiche e riprese ad avere le visioni della fanciullezza. Gesù le parlava, ed ella trascriveva poi, o dettava, tutto ciò che aveva udito: nacquero così gli otto volumi di Rivelazioni (Revelationes), scritti originariamente in svedese, ma tradotti via via in latino dal suo confessore Petrus d'Alvastra e da Petrus di Skänninge. Fondò un nuovo ordine di religiose, detto comunemente delle Brigidine. Recatasi a Roma per ottenere dal papa l'approvazione dell’ordine, vi si stabilì attendendo il ritorno del pontefice da Avignone. Tornata a Roma dopo un pellegrinaggio in Terra Santa, vi morì poco dopo. Fu santificata da Bonifacio IX nel 1391.

Le Rivelazioni sono opere di rara potenza: per esse Brigida venne considerata il maggior genio poetico della Svezia medievale: sono pie meditazioni, severi ammonimenti al genere umano, ai sacerdoti, ai religiosi, ai potenti, allo stesso pontefice, e profezie. Durante l’ultima guerra circolava la profezia scritta dalla santa nel 1360: «Quando la festa di san Marco corrisponderà alla Pasqua, la festa di sant’Antonio alla Pentecoste e la festa di san Giovanni Battista cadrà nel giorno del Corpus Domini, tutto il mondo subirà guai!». Tale coincidenza avvenne nel 1943, e la prossima accadrà nel 2038. Tra le sue profezie si trovano accenni a Napoleone, alla fine dei Borboni di Francia e ad altri avvenimenti storici. Per i tempi attuali, santa Brigida preannuncia l’avvento del Grande Monarca, profetizzato anche da Nostradamus e dalla Grande Piramide, al termine di una terza guerra mondiale: «Avrà fine quella funestissima guerra quando sarà fatto un imperatore generale della stirpe di Spagna. Questi meravigliosamente vincerà nel segno della Croce. Sarà lui che distruggerà i Giudei e i Maomettani. Per ultimo la Svezia rivedrà la vera luce della fede quando sarà governata da una regina nata con undici dita».

Santa Brigida ha lasciato anche un elenco degli anni significativi per la storia del genere umano. E' interessante notare che in queste profezie, come in altre e segnatamente quelle della Grande Piramide, le date si sussuegono a grandi distanze fino all'Ottocento ma poi divengono molto ravvcinate. Nel 1846 non vi sarà pastore (muore Gregorio XVI): nel 1847 nuove guerre; nel 1848 sorgerà gente contro gente; nel 1850 Roma sarà macchiata di sangue (caduta della repubblica romana l'anno prima); nel 1900 vi sarà una grande segno; nel 1980 gli empi prevarranno; nel 1999 i luminari si estingueranno. Anche Santa Brigida preconizza il 1980 l'anno più pericoloso del secolo (G.G.)

 

Fonte: L'Uomo e l'ignoto: enciclopedia di parapsicologia e dell'insolito diretta da Ugo Dettore - ARMENIA EDITORE (pagina 201).