Carancini Francesco

Carancini Francesco (1863 ca.- 1940). Medium italiano a effetti fisici. Operava al buio, ma si prestava alle più rigorose condizioni sperimentali facendosi perquisire e legare alla sedia con nodi sigillati; produceva notevoli fenomeni di telecinesi e anche materializzazioni che furono fotografate col lampo al magnesio. A Roma fu studiato in numerose sedute dal barone L. von Erhardt e da rappresentanti della Società per la Ricerca Psichica; a Parigi dal De Vesme, dal Lemerle e dal Mangin; a Ginevra dai professori Clarapède, Flournoy e Batelli. Fu più volte sospettato di frode, ma l'inganno non venne mai provato.
(R.)

Fonte: L'Uomo e l'ignoto: enciclopedia di parapsicologia e dell'insolito diretta da Ugo Dettore - ARMENIA EDITORE (pagina 22).