Deane Ada Emma

Deane Ada Emma. Medium inglese e fotografa spiritica, attiva fra il 1920 e il 1935 circa. Nei primi anni della sua attività fu soggetta a molte critiche perché aveva l'abitudine di tenere le lastre presso di sé per «magnetizzarle»; comunque, a partire dal novembre 1924, la Deane accettò di operare con lastre portate da altri, senza pretendere che passassero prima per le sue mani. Del resto, già in precedenza, alcune lastre erano state sostituite a sua insaputa e i risultati erano stati egualmente positivi.
Il primo caso notevole, riferito nel Journal della A.S.P.R. avvenne nel 1921 quando il dott. Allerton Cushman, direttore dei Laboratori Nazionali di Washington, riconobbe su di una fotografia scattata dalla Deane il ritratto di sua figlia, morta un anno prima. L'11 novembre del 1922, durante la cerimonia annuale davanti al Cenotafio di Whitehall, la Deane, assistita da Estelle Stead, scattò una fotografia e sulla lastra apparvero numerosi volti di defunti, alcuni dei quali furono riconosciuti. La prova fu ripetuta, con eguale risultato, nei tre anni successivi. Nella seconda di queste fotografie (1923), Dennis Bradley riconobbe il volto di suo cognato, il quale, in una seduta a voce diretta, gli aveva comunicato che lo avrebbe riconosciuto fra i cinquanta volti spiritici fotografati, a destra, un po' in basso, dove in realtà venne rintracciato con l'aiuto di una lente. La fotografia del 1924 venne contestata dalla Topical Press Agency,   la   quale   dichiarò   sul  Daily Sketch che i volti spiritici non erano altro che riproduzioni falsificate di alcune delle sue fotografie di atleti viventi. Sir Arthur Conan Doyle fece esaminare da Sir Arthur Keith, uno dei maggiori esperti in antropometria dell'epoca, la foto incriminata e quelle degli atleti indicati, e lo scienziato affermò che fra le due serie non vi era alcuna affinità. Inoltre Estelle Stead dichiarò di avere sempre avuto a sua disposizione l'apparecchio fotografico usato dalla medium e di avere lei stessa sviluppato le lastre, sulle quali non vi erano tracce di trucco.
Il dott. Hereward Carrington riferisce che durante un esperimento del 5 settembre 1921, aveva espresso mentalmente il desiderio, mentre gli veniva scattata una fotografia, che apparisse una luce bianca sulla sua spalla destra, cosa che avvenne infatti. L'anno successivo ottenne dalla Deane curiose fotografie con bande luminose a forma di cometa e un volto di donna. Data la relativa facilità di truccare la fotografia paranormale, la Deane, come gli altri medium in questo campo, fu spesso accusata di frode ma le accuse vennero controbilanciate dalle testimonianze a favore. (R.)
 
Fonte: L'Uomo e l'ignoto: enciclopedia di parapsicologia e dell'insolito diretta da Ugo Dettore - ARMENIA EDITORE (pagine 353-354).