Dixon Jeane

Dixon Jeane (n. 1915). Una delle più note sensitive americane viventi, detta la veggente di Washington. Fin dalla fanciullezza ebbe visioni precognitive che si avverarono regolarmente; nel 1947 predisse l’assassinio di Gandhi, avvenuto nel gennaio del '48; nel 1956 avvertì che nelle elezioni presidenziali del ’60 avrebbe vinto il partito democratico, ma che il nuovo presidente sarebbe rimasto vittima di un attentato, e in realtà John F. Kennedy fu ucciso nel novembre del ’63; predisse nel 1960 l’assassinio di Luther King, ucciso nell'aprile del '68, e, con due mesi di anticipo, quello di Robert Kennedy.
La Dixon distingue queste predizioni a carattere profetico dalle numerose precognizioni di cui dà prova nelle consultazioni private: a suo dire le prime consistono in visioni che le giungono dall'alto e sono quindi ineluttabili, mentre le precognizioni sarebbero dovute alle sue capacità paranormali di percepire i pensieri, i sentimenti e le «vibrazioni» altrui: queste ultime possono anche non avverarsi qualora le condizioni psichiche del consultante cambiassero in seguito. (R.)

Fonte: L'Uomo e l'ignoto: enciclopedia di parapsicologia e dell'insolito diretta da Ugo Dettore - ARMENIA EDITORE (pagine 386/387).