Godicini Avalle Luisa

Godicini Avalle Luisa (n. 1903). Paragnosta e psicoscopista italiana. Risiede in Piemonte. Dotata di notevolissime capacità paranormali fin da bambina, fu studiata dapprima dal Centro Emiliano di Metapsichica, poi dal Centro Studi Parapsicologici di Bologna, che raccolse l’eredità del primo, in specie da Cassoli e Marabini, che fecero con lei due serie di esperienze di psicoscopia o di psicometria, nel 1953 e nel 1955, presentandola al Congresso di Metapsichica di Roma del 1956. Allontanatasi da Bologna per trasferirsi in Piemonte, saltuariamente vi ritornò e fu ancora seguita nel 1970 e 1975. In questa ultima occasione ella fu anche presentata in un’aula universitaria durante un seminario di parapsicologia tenuto da Marabini presso l’istituto di Psicologia dell’Università di Bologna.
Durante i suoi esperimenti, oltre a prove di psicoscopia, ella usa compiere prove di veggenza su persone che tiene per mano, in un lieve stato di trance autoindotta, fissando un oggetto lucente o una sorgente luminosa. Nonostante l’età avanzata e la salute un poco malferma, ottiene ancora risultati di eccezione nelle sue prove. (M.I.)

Fonte: L'Uomo e l'ignoto: enciclopedia di parapsicologia e dell'insolito diretta da Ugo Dettore - ARMENIA EDITORE (pagina 557).