Kahn Ludwig

Kahn Ludwig (1874 - dopo il 1935). Sensitivo tedesco di origine israelita. Da bambino aveva mostrato facoltà di calcolo paranormale; emigrato in America, fece fortuna esibendosi come lettore di pensiero e chiaroveggente, ma, quando volle applicare la sua chiaroveggenza al giuoco, si rovinò. Di nuovo in Germania, si distinse nella lettura in libri chiusi e in plichi suggellati; sembra invece che frodasse nel tentare fenomeni di precognizione, tanto che, nel 1908, finì in tribunale. Il giudice lo fece studiare da due medici i quali riconobbero le sue facoltà di chiaroveggente. Nel 1925 era a Parigi dove si esibì all'Istituto Metapsichico Internazionale: Osty e Richet considerarono indiscutibile la sua capacità di leggere in buste chiuse e, alla scadenza del suo permesso di soggiorno in Francia, lo stesso Richet scrisse al questore Maurain pregandolo di prolungargli il permesso in favore della ricerca scientifica. Il Maurain lo fece solo dopo avere avuto la prova dei poteri del sensitivo. Numerose le personalità della scienza che assistettero alle sue esibizioni; le sue capacità si attenuarono e probabilmente scomparvero dopo il 1930. (R.)

 

Fonte: L'Uomo e l'ignoto: enciclopedia di parapsicologia e dell'insolito diretta da Ugo Dettore - ARMENIA EDITORE (pagina 659).