Lanzillo Giuseppe

Lanzillo Giuseppe (n. 1913). Odontotecnico napoletano, da circa 33 anni residente a Bologna. Ebbe vari fenomeni paranormali di tipo chiaroveggente e precognitivo in gioventù e in età adulta. A seguito di una serie di esperienze oniriche di tipo erotico che gli causarono serie ripercussioni neuropsichiche, cominciò a dipingere, in stato di sonnambulismo e solo nelle ore notturne, una serie di pregevoli quadri a olio, senza che fosse possibile appurare (fu accuratamente studiato e seguito dal Gruppo di Studio e di Sperimentazione del Centro Studi Parapsicologici di Bologna) alcun precedente pittorico nella sua vita. La serie dei dipinti -uno per notte -che iniziò il 19 marzo 1970 e terminò nel febbraio 1971, con una breve parentesi nelle giornate dal 24 al 28 agosto 1971, consta di 234 quadri di soggetto vario (paesaggi misteriosi o ritratti talora anche di tipo sacro, cattedrali o grotte). Dopo il 28 agosto '71 il Lanzillo non ha più dipinto, pur continuando saltuariamente ad avere esperienze paranormali di vario genere e di tipo spontaneo. (M.I.)

 

Fonte: L'Uomo e l'ignoto: enciclopedia di parapsicologia e dell'insolito diretta da Ugo Dettore - ARMENIA EDITORE (pagina 677).