Parkes F. M.

Parkes F.M. Fotografo «spiritico» inglese, che fece parlare di sé nel 1872 grazie alle sue fotografie paranormali. Operava insieme al suo amico M. Reeves o a sua moglie, senza la presenza dei quali le fotografie spiritiche riuscivano nebulose. Esigeva inoltre di collocare lui stesso le lastre nell’apparecchio, nella camera oscura, per poterle «magnetizzare», cosa che suscitava sospetti anche se i presenti potevano seguire i suoi movimenti dal di fuori attraverso uno spiraglio. Caratteristica delle fotografie da lui ottenute era il loro carattere simbolico: apparivano croci, scritte, figure angeliche, una volta una mano gigantesca, un’altra un occhio enorme da cui partivano raggi, talora strane nubi composte da un miscuglio di teste e di braccia. Stainton Moses considerò genuini i suoi fenomeni, altri rimasero in dubbio; tuttavia il fotografo non fu mai colto in atto di frodare. (R.)

 

Fonte: L'Uomo e l'ignoto: enciclopedia di parapsicologia e dell'insolito diretta da Ugo Dettore - ARMENIA EDITORE (pagina 896).