Sordi Lucia

Sordi Lucia (1871?). Medium italiana a effetti fisici, che suscitò l'interesse degli studiosi nei primi anni del nostro secolo. I suoi fenomeni consistevano soprattutto in compenetrazioni, fenomeni luminosi, materializzazioni e imponenti manifestazioni di psicocinesi. Nel 1911 fu studiata per circa un anno dalla Società di Studi Psichici di Milano. Sebbene strettamente legata e con numerosi campanelli fissati ai legami, le veniva misteriosamente tolta la veste senza che nessun campanello squillasse, e la medium stessa veniva spesso trovata fuori di una gabbia in cui era stata rinchiusa. Il prof. Schrenck-Notzing, che fu presente a due sedute, non scoprì alcun trucco, ma, in un articolo pubblicato in Psychische Studien, espresse l'opinione che i fenomeni potevano essere ottenuti con mezzi puramente meccanici, dando così origine a una vivace polemica. Fra il 1911 e il '12, la Sordi fu studiata a Roma da un gruppo di scienziati. Il prof. V. Tummolo riferisce in Luce e Ombra che, durante una di queste sedute, uno dei presenti, sentendosi toccare da un braccio materializzato accese improvvisamente una forte lampada: il Tummolo vide allora sospesa nell'aria, una specie di «camicia trasparente» che subito rientrò nella medium, mentre questa cadeva a terra gridando, contorcendosi ed espettorando sangue. Nel gabinetto medianico fu trovato l'abito della medium completamente abbottonato, sebbene questa fosse rimasta strettamente legata con un groviglio di nastri. (R.)

 

L'Uomo e l'ignoto: enciclopedia di parapsicologia e dell'insolito diretta da Ugo Dettore - ARMENIA EDITORE (pagina 1194).