Swann Ingo

Swann Ingo. Artista e scrittore americano, sensitivo a fenomeni di bilocazione, studiato nel 1971 da Karlis Osis per conto della Società Americana di Ricerca Psichica. Ebbe la sua prima esperienza bilocativa a tre anni, quando, operato sotto narcosi di tonsillectomia, potè seguire e descrivere poi tutto lo svolgersi dell'operazione. Secondo le sue affermazioni, da ragazzo si divertiva a lasciare il suo corpo per sprofondare sotto terra e seguire le diverse vene metallifere attraverso le rocce. A vent'anni cominciò ad allenarsi per abbandonare il corpo a volontà ottenendo risultati positivi. Durante gli esperimenti con l'Osis veniva fatto sedere su di una poltrona, collegato con fili elettrici a un poligrafo che era nella stanza accanto, dove un'assistente dello sperimentatore, la signorina Janet Mitchell, registrava i suoi mutamenti di respirazione, pressione sanguigna, onde cerebrali e altri processi fisiologici. Il suo compito era di vedere, con il suo doppio, e descrivere gli oggetti contenuti in uno scaffale posto a sessanta centimetri dal soffitto, al di fuori del suo raggio visivo. Per eliminare l'ipotesi che si potesse trattare di semplice chiaroveggenza, questi oggetti erano disposti in modo da presentare notevoli differenze a seconda del punto di vista da cui erano guardati, ed egli doveva dirigere il suo doppio in vari punti intorno ai ripiani dello scaffale e descrivere, mediante un interfono, quello che vedeva da ogni posizione. Se si fosse trattato di chiaroveggenza, egli avrebbe dovuto cogliere ogni oggetto nella sua interezza e descriverlo come tale. I risultati furono quasi sempre positivi: Swann disegnava i vari oggetti come li vedeva secondo le varie angolazioni che gli erano state prescritte in precedenza. In un esperimento gli oggetti vennero chiusi, a sua insaputa, in una scatola che aveva una piccola apertura, e potevano essere visti solo riflessi in uno specchio: il sensitivo li descrisse rovesciati specularmente. Tuttavia gli sperimentatori ammisero che tali risultati si sarebbero potuti ottenere anche per telepatia, chiaroveggenza o precognizione Ingo Swann è stato anche studiato da Gertrude Schmeidler in esperimenti di alterazione della temperatura di oggetti distanti. Frammenti di grafite e di bachelite mostrarono effettivamente un aumento o una diminuzione di temperatura in superficie per influsso del sensitivo, e risultò che tale aumento o tale diminuzione si potevano riscontrare anche in oggetti vicini ai bersagli, sui quali Swann non aveva concentrato le sue facoltà. Altre volte, invece, gli oggetti vicini presentarono un mutamento di temperatura opposto a quello dell'oggetto bersaglio, cosa che era avvenuta anche negli esperimenti condotti dal Price con Stella C. D. Scott Rogo suppone che questo avvenga per la formazione, intorno all'oggetto bersaglio, di un campo psi che produrrebbe aumento o diminuzione di calore o che trarrebbe calore da alcune zone dell'area da esso occupata per distribuirlo in altre zone. (U.D.)

 

L'Uomo e l'ignoto: enciclopedia di parapsicologia e dell'insolito diretta da Ugo Dettore - ARMENIA EDITORE (pagine 1243/1244).