Wiro (Natale Cerana)

Wiro (Natale Cerana, n. 1920). Medium italiano a scrittura e pittura automatiche. Dagli undici ai diciotto anni ebbe visioni che poi scomparvero; a ventotto anni cominciò a dipingere, per lo più a pastello, in stato di semi trance o trance completa; e ha partecipato ad alcune mostre. La sua produzione non è però molto abbondante perché, mentre entra in uno stato di assoluta pace quando opera, finito il lavoro segue un periodo, anche lungo, di disturbi nervosi. Talora le sue opere hanno avuto carattere premonitorio come nel disegno del disastro aereo di Superga (4 maggio 1949), in cui peri l’intera squadra calcistica del Torino. I suoi dipinti hanno in genere una tonalità grigia di irreale luminosità e vengono, o meglio venivano eseguiti, perché ne-gli ultimi anni la sua capacità è scomparsa, in tempo brevissimo. (R.)

 

Fonte: L'Uomo e l'ignoto: enciclopedia di parapsicologia e dell'insolito diretta da Ugo Dettore - ARMENIA EDITORE (pagina 1375).