Wriedt Etta (1859-1942)

Wriedt Etta (1859-1942). Medium professionista americana a voce diretta e fenomeni fisici, produceva più voci contemporaneamente, le quali spesso parlavano in varie lingue: olandese, tedesco, francese, spagnolo, norvegese, arabo, serbo, croato. L’ammiraglio Moore riferisce di avere udito, una volta, tre voci che gli parlavano in egual tempo, l’una in un orecchio, l’altra nell'altro e la terza nella tromba medianica. Andò cinque volte in Inghilterra fra il 1911 e il 1919, dando numerose sedute, alcune in piena luce. Durante le sedute della signora Wriedt si avevano anche altri fenomeni: forme e dischi luminosi, materializzazione di cani che latravano, fiori che venivano tolti dai vasi e portati nelle mani dei presenti, venti freddi, leggere aspersioni di acqua ecc. Le voci erano quasi sempre di defunti conosciuti da qualcuno dei presenti e davano il loro nome attraverso la medium che lo vedeva tracciato nell’aria. Sir William Barrett potè così parlare col defunto Sidgwick, il quale spiegò che nella nuova esistenza aveva perso il difetto di balbettare. La Wriedt non fu mai colta in frode né mai seriamente contestata. (R.)

 

Fonte: L'Uomo e l'ignoto: enciclopedia di parapsicologia e dell'insolito diretta da Ugo Dettore - ARMENIA EDITORE (pagina 1377).